Il portale informazionepura.it è in stanby permanente.

Per tutti coloro che volessero sfruttare l'opportunità di Guadagnare Scrivendo Articoli in una vera testata giornalistica professionale, consigliamo di scrivere per il Giornale ''We-News | Paid-To-Write''.

Cordiali saluti, e grazie per aver pensato a noi.

Condividi su: FACEBOOK WIKIO WIKIO SEGNALO DIGGITA ZICZAC DELICIOUS DIGG TWITTER GOOGLE TECHNORATI FAVORITES WINDOWS LIVE BOOKMARK.IT DIGO FAI INFORMAZIONE UPNEWS

Subscribe

Bookmark and Share

Dati finali e considerazioni sull'Alluvione di Messina del 1 ottobre 2009 PDF Stampa E-mail

MessinaIl 1°ottobre 2009 lo ricorderemo purtroppo per un evento catastrofico che - nel messinese - ha stroncato amaramente le vite di ben 28persone. Una pioggia torrenziale, sommato ad un terreno friabile e alla mancanza di zone boschive (piaga ormai nota del siciliano), sono state le cause scatenanti del disastro. Ma è stato solo questo a provocare 98feriti, 28morti, 400sfollati e disastri economici per alcuni milioni di euro?!

E' stata solo la forza inarrestabile di madre natura a generare tutto ciò?! Come forse molti di voi avranno saputo vedendo la ben nota trasmissione televisiva "Striscia la Notizia" ... ... (in Onda su Canale 5 alle h.20:30 sotto la regia di Antonio Ricci), tale disastro si era verificato già nel 2007 e paradossalmente nello stesso mese. Nello specifico, il 25ottobre 2007 - quasi due anni fa - una combinazione di fango, pioggia e detriti si scagliò contro la ferrovia - distruggendone un bel tratto - ed avvicinandosi molto alle abitazioni.

Fortunatamente non ci furono morti, ma anche nel dicembre 2008 si rischiò un ulteriore evento anche questo senza vittime. In particolar modo dopo quello del 2007, lo Stato - dopo le ripetute denunce da parte della popolazione impaurita - decise di stanziare ben 7milioni di euro (circa 14miliardi del vecchio conio) per arginare la zona da possibili frane con mura di calcestruzzo. Ma, come purtroppo spesso accade nel nostro Paese, ne vennero spesi solo 1/7, ossia solo uno dei sette milioni di euro.

E gli altri sei che fine hanno fatto?! Dove sono andati a finire?! In mani mafiose, nelle casse comunali - o meglio - nei portafogli di chi lavora al comune?! O in tutte queste tasche in egual misura?! Ma soprattutto, di chi è la colpa di tale tragedia: dello Stato che non avrebbe dovuto fidarsi delle amministrazioni comunali ed avrebbe dovuto controllare di persona l'utilizzo concreto di quei soldi, oppure a prescinder dei comuni che avrebbero dovuto aver a cuore la propria terra ed i propri concittadini, invece che i propri interessi.

Con tale ultima frase non intendiamo dire che sicuramente i responsabili del comune o sono mafiosi o hanno avuto a che fare con la mafia - anche se sinceramente è il pensiero della maggior parte degli italiani - ma intendiamo dire che a prescinder non c'è stata una grande manifestazione di interesse. Sicuramente gli allarmisti del 2007 sono andati scemando in pochi giorni invece che metter un pò di fretta nel cuore di questi uomini.

D'altro canto, lo Stato italiano ha una politica basata sulle amministrazione a carattere decentrato, ossia significa che regioni, province e comuni hanno delle certe autonomie. Ma è pur vero che, se in Italia, o per organizzazioni mafiose (comprendendo in esse anche Camorra e Andrangeda) o per "fannulloni comunali" cronici, o per entrambe i motivi, accadono queste cose, allora sarebbe obbligatorio un impegno da parte dello Stato di controllare come i suoi soldi vengono spesi.

Ulteriore elemento da valutare è il decider di smetterla di continuar a costruire in zone ove l'edilizia è sconsigliata. Paradossalmente, è proprio in tali zone che gli abusi edilizi affiorano e fioriscono maggiormente.

written by Admin GAT (Giulio Alberto Tolu)

 
Immagine
    IL FIGLIO DI BOSSI: "MIO PADRE HA DUE PALLE COSI'"

Giovedì 27 Maggio 2010
  In un'intervista al settimanale Oggi, Riccardo Bossi, il primogenito di Umberto leader della Lega, non esita a riprendere la colorita e ...         Leggi tutto...
Immagine
    L'ALTO ADIGE PIANGE PER LA MORTE DEL PADRE DELL'AUTONOMIA

Mercoledì 26 Maggio 2010
All'età di 96 anni, è morto nella notte tra lunedì e martedì, all'ospedale San Maurizio di Bolzano, dove era stato ricoverato alcuni giorni fa, Silvius Magnago, ex esponente della SVP e considerato il padre storico dell'autonomia altoatesina.       Leggi tutto...
Immagine
    ASILO PISTOIA, DOMICILIARI A MAESTRE CHE MALTRATTAVANO BIMBI

Martedì 25 Maggio 2010
Il giudice per l'udienza preliminare, Roberto Fucigna, ha concesso gli arresti domiciliari ad Anna Laura Scuderi ed Elena Pesce, le due maestre arrestate lo scorso 2 dicembre per i maltrattamenti ai bambini dell'asilo Cip e Ciop di Pistoia.       Leggi tutto...
Immagine
    ARDI RIZAL HA DUE ANNI E FUMA 40 SIGARETTE AL GIORNO

Venerdì 28 Maggio 2010
Si chiama Ardi Rizal, ha due anni e vive coi suoi genitori a Sumatra, in Indonesia.       Leggi tutto...
Immagine
    CRONACA ESTERA: SCONTRO TRA DUE TRENI IN INDIA

Venerdì 28 Maggio 2010
  Un treno passeggeri si è schiantato contro un convoglio merci nello stato indiano del West Bengala.       Leggi tutto...
Immagine
    NEWS FIAT-CHRYSLER: PRONTA LA NUOVA AUTO

Venerdì 21 Maggio 2010
  Pronta già per Giugno la nuova fuoristrada firmata Fiat-Chrysler che verrà immessa subito nel mercato auto e rilancerà le due case automobilistiche.       Leggi tutto...

Leggi i migliori articoli e news sulla ''We-News | Paid-To-Write'', la Testata Giornalistica Online con le sue sezioni tematiche di:

Lunedì 23 Aprile 2018 03:51
Ho conosciuto questo sito da...
 




"TORNA SU" | Home | RSS Feed | Design by : Admin GAT (giulioalbertotolu[AT]hotmail.it) | CSS | XHTML | "Copyright & Privacy" | "Domande & Risposte" |

INFORMAZIONEPURA il PAID TO WRITE che ti fa GUADAGNARE SCRIVENDO ARTICOLI