Il portale informazionepura.it è in stanby permanente.

Per tutti coloro che volessero sfruttare l'opportunità di Guadagnare Scrivendo Articoli in una vera testata giornalistica professionale, consigliamo di scrivere per il Giornale ''We-News | Paid-To-Write''.

Cordiali saluti, e grazie per aver pensato a noi.

Condividi su: FACEBOOK WIKIO WIKIO SEGNALO DIGGITA ZICZAC DELICIOUS DIGG TWITTER GOOGLE TECHNORATI FAVORITES WINDOWS LIVE BOOKMARK.IT DIGO FAI INFORMAZIONE UPNEWS

Subscribe

Bookmark and Share

PEDOFILIA IN UN ISTITUTO RELIGIOSO A VERONA: IL VESCOVO DELLA CITTA’ RILASCIA UN’INTERVISTA PDF Stampa E-mail

andrea vianello,mi manda raitre, mi manda rai tre, mi manda raitre 2010, mi manda rai tre 2010, rai tre,rai, pedofilia,preti pedofili,violenza sessuale, abuso sessuale, abusi sessuali, violenze sessuali, violenza fisica, violenze fisiche,  chiesa cattolica, cattolici, vaticano, l’arena, settimanale, quotidiano l’arena,  , verona, sordomuti, associazione sordomuti,   diocesi di verona, vescovo di verona, vescovo, giuseppe zenti, monsignor giuseppe zenti, monsignor zenti, scandalo pedofilia, denuncia violenze sessuali, denuncia abusi sessuali, denuncia pedofilia, verona scandalo pedofilia,  istituto antonio provolo, istituto provolo, informazione pura, pay to write, paid to write, guadagna scrivendo

 

Il vescovo  di Verona Monsignor Giuseppe Zenti, ha rilasciato un’intervista al quotidiano cittadino in edicola oggi (2 aprile 2010).

 

 

La vicenda è nota per il grande rilievo avuto sui media: un gruppo di persone ha denunciato gli abusi sessuali subiti in un istituto religioso di Verona; le violenze sarebbero avvenute quando coloro che denunciano erano giovanissimi e frequentavano l’istituto Provolo, in un periodo compreso fra gli anni ’50 e ’80.

Nell’intervista al quotidiano “L’Arena” il vescovo, Monsignor Giuseppe Zenti, risponde al giornalista che gli chiede cosa provi il vescovo in questo momento: “Sto vivendo questa bufera con senso di grande sofferenza, anche se sono personalmente convinto che la verità, qualunque essa sia, è sempre liberante

Infatti Monsignor Zenti, dopo aver precisato che i processi vanno fatti nelle sedi opportune e non sui media, ribadisce ancora una volta l’assoluta volontà della Chiesa veronese di accertare la “verità a tutti i costi” e i risultati poi “dovranno essere resi pubblici”.



Il Vescovo menziona anche quelle persone che sono state ospiti della trasmissione MI MANDA RAI TRE a testimoniare gli abusi subiti nell’Istituto religioso e chiede non solo la loro collaborazione ma la collaborazione di tutti.

Nessuno, in questo momento, deve tirarsi indietro” dice il vescovo di Verona “a cominciare da coloro che a "Mi manda Raitre" hanno a lungo parlato delle esperienze subite.
Contiamo molto sulla collaborazione di tutti, per portare a termine quel supplemento di indagini che la Congregazione per la Dottrina della Fede ci ha richiesto ad integrazione della prima indagine, già inoltrata da quasi un anno”.

Il Vescovo aggiunge: “Vorrei anche precisare che, in attesa di fatti concreti accertati, è preciso dovere essere solidali anche con l'Istituto "don Provolo", dove moltissimi sordomuti hanno ricevuto un gran bene, come testimoniano moltissimi ex allievi”.

L’Istituto Provolo a Verona è un’istituzione molto stimata dai cittadini e la bufera che si è abbattuta sull’Istituto ha creato sconcerto e dolore in città, unitamente alla richiesta di conoscere la verità.

Se l’inchiesta in corso da parte della Chiesa veronese accerterà che le violenze siano effettivamente avvenute, il vescovo esprime chiaramente quale sarà la sua posizione: “Se l'abuso è accertato, non mi resta che schierarmi dalla parte dell'abusato e condannare un atto "criminale" compiuto ai danni della personalità di un minore”.

Inoltre Monsignor Zenti, afferma che per atti di questo tipo “occorre vigilare perché non si verifichino mai, dentro e fuori il perimetro della Chiesa. E chiunque, genitore o altri, ne abbiano sentore ne parlino subito con i dirigenti e con le autorità, civili o religiose che siano”.

Written by Pimaco   published by Manager_Igor Scarabel

La redazione di InformazionePura.it, pur facendo un grande controllo dei contenuti che pubblica, non si assume nessuna responsabilità in merito agli stessi. Infatti, è l'autore dello stesso articolo che si prende la piena responsabilità legale ed amministrativa dei contenuti pubblicati in esso (testo, foto, e vari).

 

Leggi i migliori articoli e news sulla ''We-News | Paid-To-Write'', la Testata Giornalistica Online con le sue sezioni tematiche di:

Sabato 17 Novembre 2018 05:10
Immagine
    ARDI RIZAL HA DUE ANNI E FUMA 40 SIGARETTE AL GIORNO
Si chiama Ardi Rizal, ha due anni e vive coi suoi genitori a Sumatra, in Indonesia.
Leggi tutto...
Immagine
    CRONACA ESTERA: SCONTRO TRA DUE TRENI IN INDIA
  Un treno passeggeri si è schiantato contro un convoglio merci nello stato indiano del West Bengala.
Leggi tutto...
Immagine
    IL FIGLIO DI BOSSI: "MIO PADRE HA DUE PALLE COSI'"
  In un'intervista al settimanale Oggi, Riccardo Bossi, il primogenito di Umberto leader della Lega, non esita a riprendere la colorita e ...  
Leggi tutto...
Immagine
    L'ALTO ADIGE PIANGE PER LA MORTE DEL PADRE DELL'AUTONOMIA
All'età di 96 anni, è morto nella notte tra lunedì e martedì, all'ospedale San Maurizio di Bolzano, dove era stato ricoverato alcuni giorni fa,...
Leggi tutto...
Immagine
    ASILO PISTOIA, DOMICILIARI A MAESTRE CHE MALTRATTAVANO BIMBI
Il giudice per l'udienza preliminare, Roberto Fucigna, ha concesso gli arresti domiciliari ad Anna Laura Scuderi ed Elena Pesce, le due maestre...
Leggi tutto...
Immagine
    MAFIA, OPERAZIONE CONTRO I CLAN DI GELA: 7 ARRESTI TRA GLI AFFILIATI A COSA NOSTRA
Blitz antimafia a Gela, Caltanissetta, Chieti, Cuneo, della Polizia di Stato: eseguite 7 ordinanze di custodia cautelare in carcere a carico di...
Leggi tutto...
Ho conosciuto questo sito da...
 




"TORNA SU" | Home | RSS Feed | Design by : Admin GAT (giulioalbertotolu[AT]hotmail.it) | CSS | XHTML | "Copyright & Privacy" | "Domande & Risposte" |

INFORMAZIONEPURA il PAID TO WRITE che ti fa GUADAGNARE SCRIVENDO ARTICOLI