Il portale informazionepura.it è in stanby permanente.

Per tutti coloro che volessero sfruttare l'opportunità di Guadagnare Scrivendo Articoli in una vera testata giornalistica professionale, consigliamo di scrivere per il Giornale ''We-News | Paid-To-Write''.

Cordiali saluti, e grazie per aver pensato a noi.

Condividi su: FACEBOOK WIKIO WIKIO SEGNALO DIGGITA ZICZAC DELICIOUS DIGG TWITTER GOOGLE TECHNORATI FAVORITES WINDOWS LIVE BOOKMARK.IT DIGO FAI INFORMAZIONE UPNEWS

Subscribe

Bookmark and Share

MARRAZZO SCAGIONATO DA QUALSIASI REATO: “SONO SEMPRE STATO IO LA VITTIMA” PDF Stampa E-mail

piero marrazzo

 

L’ex Governatore della Regione Lazio Piero Marrazzo fu vittima di un’imboscata. 

 

La Cassazione ha scagionato Piero Marrazzo da qualsiasi ipotesi di reato previsti per l’uso dell’auto blu per raggiungere l’appartamento di via Gradoli nel quale si sarebbe poi incontrato con il transessuale  Natalì e dall’uso di cocaina. 

La Corte di Cassazione infatti, si legge nelle motivazioni del provvedimento, ha confermato le misure cautelari per i due Carabinieri coinvolti nella vicenda di Via Gradoli, ed ha attribuito agli indagati la presenza di cocaina, i quali attraverso l’uso della stessa avrebbero tentato di aggravare la già compromessa posizione dell’ex governatore. 

Si legge ancora nella motivazione che i carabinieri, Luciano Simeone e Carlo Tagliente, erano perfettamente a conoscenza delle debolezze sessuali di Piero Marrazzo e che pertanto profittarono delle stesse per tendere un agguato che esorbitò con l’irruzione. 

I due carabinieri inoltre, nell’impedire all’ex Governatore di alzarsi i pantaloni mettevano in atto consapevolmente il perseguimento di un fine ben preciso: “la ripresa in mutande aveva, per i fini perseguiti dagli indagati, ben maggior effetto e ben altro valore; in sostanza ci fu un’accurata preparazione della scena, che prevedeva non solamente la presenza di droga ma anche della tessera personale della vittima al fine di fugare qualsiasi dubbio sulla sua identità”. 

Sull’utilizzo dell’auto blu, la Corte suprema evidenzia quanto Marrazzo fosse assolutamente autorizzato all’utilizzo della stessa.

Quanto alla presenza della cocaina non sussisterebbero conseguenze penali “trattandosi di consumo personale”

La Corte di Cassazione assolve inoltre anche i media dal tentativo di voler commercializzare il video attraverso l’acquisto dello stesso poiché mai concretizzatosi. 

In seguito alla decisione della suprema corte Marrazzo afferma di aver sempre atteso con spirito sereno la decisione dei giudici: “a loro ho sempre raccontato la verità, sono sempre stato io la vittima". 

Sollevato, Piero Marrazzo ringrazia la moglie le figlie e la famiglia per essergli stati tutti

vicino, dicendosi ora pronto per rientrare in RAI.          

  

Written by Manager_Igor Scarabel

 

La redazione di InformazionePura.it, pur facendo un grande controllo dei contenuti che pubblica, non si assume nessuna responsabilità in merito agli stessi. Infatti, è l'autore dello stesso articolo che si prende la piena responsabilità legale ed amministrativa dei contenuti pubblicati in esso (testo, foto, e vari).

Regione Lazio, Piero Marrazzo, cocaina, trans, rai, corte di cassazione

 

Leggi i migliori articoli e news sulla ''We-News | Paid-To-Write'', la Testata Giornalistica Online con le sue sezioni tematiche di:

Venerdì 20 Aprile 2018 22:14
Immagine
    ARDI RIZAL HA DUE ANNI E FUMA 40 SIGARETTE AL GIORNO
Si chiama Ardi Rizal, ha due anni e vive coi suoi genitori a Sumatra, in Indonesia.
Leggi tutto...
Immagine
    CRONACA ESTERA: SCONTRO TRA DUE TRENI IN INDIA
  Un treno passeggeri si è schiantato contro un convoglio merci nello stato indiano del West Bengala.
Leggi tutto...
Immagine
    IL FIGLIO DI BOSSI: "MIO PADRE HA DUE PALLE COSI'"
  In un'intervista al settimanale Oggi, Riccardo Bossi, il primogenito di Umberto leader della Lega, non esita a riprendere la colorita e ...  
Leggi tutto...
Immagine
    L'ALTO ADIGE PIANGE PER LA MORTE DEL PADRE DELL'AUTONOMIA
All'età di 96 anni, è morto nella notte tra lunedì e martedì, all'ospedale San Maurizio di Bolzano, dove era stato ricoverato alcuni giorni fa,...
Leggi tutto...
Immagine
    ASILO PISTOIA, DOMICILIARI A MAESTRE CHE MALTRATTAVANO BIMBI
Il giudice per l'udienza preliminare, Roberto Fucigna, ha concesso gli arresti domiciliari ad Anna Laura Scuderi ed Elena Pesce, le due maestre...
Leggi tutto...
Immagine
    MAFIA, OPERAZIONE CONTRO I CLAN DI GELA: 7 ARRESTI TRA GLI AFFILIATI A COSA NOSTRA
Blitz antimafia a Gela, Caltanissetta, Chieti, Cuneo, della Polizia di Stato: eseguite 7 ordinanze di custodia cautelare in carcere a carico di...
Leggi tutto...
Ho conosciuto questo sito da...
 




"TORNA SU" | Home | RSS Feed | Design by : Admin GAT (giulioalbertotolu[AT]hotmail.it) | CSS | XHTML | "Copyright & Privacy" | "Domande & Risposte" |

INFORMAZIONEPURA il PAID TO WRITE che ti fa GUADAGNARE SCRIVENDO ARTICOLI