MARRAZZO SCAGIONATO DA QUALSIASI REATO: “SONO SEMPRE STATO IO LA VITTIMA” Stampa

piero marrazzo

 

L’ex Governatore della Regione Lazio Piero Marrazzo fu vittima di un’imboscata. 

 

La Cassazione ha scagionato Piero Marrazzo da qualsiasi ipotesi di reato previsti per l’uso dell’auto blu per raggiungere l’appartamento di via Gradoli nel quale si sarebbe poi incontrato con il transessuale  Natalì e dall’uso di cocaina. 

La Corte di Cassazione infatti, si legge nelle motivazioni del provvedimento, ha confermato le misure cautelari per i due Carabinieri coinvolti nella vicenda di Via Gradoli, ed ha attribuito agli indagati la presenza di cocaina, i quali attraverso l’uso della stessa avrebbero tentato di aggravare la già compromessa posizione dell’ex governatore. 

Si legge ancora nella motivazione che i carabinieri, Luciano Simeone e Carlo Tagliente, erano perfettamente a conoscenza delle debolezze sessuali di Piero Marrazzo e che pertanto profittarono delle stesse per tendere un agguato che esorbitò con l’irruzione. 

I due carabinieri inoltre, nell’impedire all’ex Governatore di alzarsi i pantaloni mettevano in atto consapevolmente il perseguimento di un fine ben preciso: “la ripresa in mutande aveva, per i fini perseguiti dagli indagati, ben maggior effetto e ben altro valore; in sostanza ci fu un’accurata preparazione della scena, che prevedeva non solamente la presenza di droga ma anche della tessera personale della vittima al fine di fugare qualsiasi dubbio sulla sua identità”. 

Sull’utilizzo dell’auto blu, la Corte suprema evidenzia quanto Marrazzo fosse assolutamente autorizzato all’utilizzo della stessa.

Quanto alla presenza della cocaina non sussisterebbero conseguenze penali “trattandosi di consumo personale”

La Corte di Cassazione assolve inoltre anche i media dal tentativo di voler commercializzare il video attraverso l’acquisto dello stesso poiché mai concretizzatosi. 

In seguito alla decisione della suprema corte Marrazzo afferma di aver sempre atteso con spirito sereno la decisione dei giudici: “a loro ho sempre raccontato la verità, sono sempre stato io la vittima". 

Sollevato, Piero Marrazzo ringrazia la moglie le figlie e la famiglia per essergli stati tutti

vicino, dicendosi ora pronto per rientrare in RAI.          

  

Written by Manager_Igor Scarabel

 

La redazione di InformazionePura.it, pur facendo un grande controllo dei contenuti che pubblica, non si assume nessuna responsabilità in merito agli stessi. Infatti, è l'autore dello stesso articolo che si prende la piena responsabilità legale ed amministrativa dei contenuti pubblicati in esso (testo, foto, e vari).

Regione Lazio, Piero Marrazzo, cocaina, trans, rai, corte di cassazione