Il portale informazionepura.it è in stanby permanente.

Per tutti coloro che volessero sfruttare l'opportunità di Guadagnare Scrivendo Articoli in una vera testata giornalistica professionale, consigliamo di scrivere per il Giornale ''We-News | Paid-To-Write''.

Cordiali saluti, e grazie per aver pensato a noi.

Condividi su: FACEBOOK WIKIO WIKIO SEGNALO DIGGITA ZICZAC DELICIOUS DIGG TWITTER GOOGLE TECHNORATI FAVORITES WINDOWS LIVE BOOKMARK.IT DIGO FAI INFORMAZIONE UPNEWS

Subscribe

Bookmark and Share

CRISI ECONOMICA. CROLLO DEL PIL ITALIANO: -5% PDF Stampa E-mail

PIL

I dati diffusi quest'oggi dall'Istat sullo stato dell'economia italiana nel 2009 sono drammatici.

Nello scorso anno il prodotto interno lordo dell'Italia (PIL) è calato del 4,9%, il che costituisce il dato peggiore dal 1971, quando il crollo fu dovuto alla grande crisi petrolifera mondiale.

L'ultima stima del governo calcolava il calo del PIl al 4,8%, quindi ad una cifra molto vicina a quella effettiva.

Sono molto pesanti anche i dati concernenti il debito pubblico e la disoccupazione.

Infatti, sempre nel 2009 il rapporto deficit-PIl è salito al 5,3%, proseguendo il trend negativo degli ultimi anni: ancora nel 2008 esso era "solo" al 2,7%.

L'indebitamento netto si è accresciuto in termini assoluti di circa 38.200 milioni di euro, giungendo quindi ad un totale di 80.800 milioni.

Inoltre, è ritornato ad essere deficitario anche il cosiddetto "saldo primario", ovvero l'indebitamento al netto della spesa per interessi.

Esso, che era rimasto positivo sin dal 1991, è ora invece nuovamente negativo, scendendo dal +2,5% del 2008 al -0,6 del 2009.

In un simile contesto non stupisce che le stesse condizioni del mercato del lavoro segnalino una realtà a tinte cupe.

La disoccupazione a gennaio del presente anno è arrivata all'8,6%, al livello più alto dal 2004.

In termini assoluti, i disoccupati sono oltre due milioni di persone, per più di un quarto (il 26,8%) giovani.

Tali notizie sono naturalmente rimbalzate in ambito politico, impegnato nella campagna elettorale per le vicine elezioni amministrative, con una polemica fra maggioranza ed opposizione.

Il segretario del PD, Pierluigi Bersani, ha criticato il governo, dicendo che la realtà inquadrata dall'ISTAT è ben diversa da quella descritta da Berlusconi.

Inoltre, a detta del leader del Partito Democratico, l'Italia starebbe risentendo delle conseguenze negative della crisi economica e finanziaria mondiale in misura maggiore degli altri paesi.

Alle parole di Bersani ha risposto il ministro del Lavoro, Maurizio Sacconi, il quale ha dichiarato: "Non si può prevedere un andamento negativo del PIL nel momento in cui è partita la ripresa del commercio globale. Certo non sappiamo come si distribuisce nel mondo, ma ci sono tutte le condizioni di crescita di cui anche l'economia italiana beneficerà: vedremo in che misura".

Sacconi ha quindi confermato che esistono per il 2010 previsioni di crescita per il prodotto interno lordo italiano.

Written by DanteLatino ... modificated by Admin GAT (Giulio Alberto Tolu)

 

Leggi i migliori articoli e news sulla ''We-News | Paid-To-Write'', la Testata Giornalistica Online con le sue sezioni tematiche di:

Venerdì 19 Ottobre 2018 02:05
Ho conosciuto questo sito da...
 

Google Pagerank, Google Links, Yahoo Links

Forexinlinea.it

Guadagnare forex grazie alle piattaforme di forex online che hanno aperto il commercio delle valute a tutti coloro che vogliano impegnarsi in un’attività remunerativa su internet.

SponsorRecensioni

Add to Google

cerca




"TORNA SU" | Home | RSS Feed | Design by : Admin GAT (giulioalbertotolu[AT]hotmail.it) | CSS | XHTML | "Copyright & Privacy" | "Domande & Risposte" |

INFORMAZIONEPURA il PAID TO WRITE che ti fa GUADAGNARE SCRIVENDO ARTICOLI