Il portale informazionepura.it è in stanby permanente.

Per tutti coloro che volessero sfruttare l'opportunità di Guadagnare Scrivendo Articoli in una vera testata giornalistica professionale, consigliamo di scrivere per il Giornale ''We-News | Paid-To-Write''.

Cordiali saluti, e grazie per aver pensato a noi.

Condividi su: FACEBOOK WIKIO WIKIO SEGNALO DIGGITA ZICZAC DELICIOUS DIGG TWITTER GOOGLE TECHNORATI FAVORITES WINDOWS LIVE BOOKMARK.IT DIGO FAI INFORMAZIONE UPNEWS

Subscribe

Bookmark and Share

LAVORO: CRESCE LA DISOCCUPAZIONE, CALA IL PIL. PDF Stampa E-mail

IL FATTO – I dati Istat disegnano uno scenario alquanto preoccupante: rispetto al 2008, nel terzo trimestre l'occupazione è scesa di ben 508.000 unità (-2,2% sullo stesso periodo del 2008). Comparando, invece, l'andamento della disoccupazione nel'anno che sta finendo, il 2009, nel terzo trimestre i posti di lavoro andati perduti sono stati 102.000 circa rispetto al secondo trimestre.

Come rivela l'ISTAT, questo calo è il peggiore dal 1992. Insieme ai dati sull'occupazione, Confindustria ha diffuso i dati relativi al PIL nazionale.

TASSO DI DISOCCUPAZIONE – Il tasso di disoccupazione registrato al mese di ottobre è stato più dell'8.2%, mai così alto dall'aprile del 1994. Coloro che erano disoccupati erano poco più di 2.000.000. Il dato, confrontato sempre con il campione del 2008, ci dice che il numero è salito in modo considerevole dal 1.740.000 registrato ad ottobre dello scorso anno.

Al nord si sono persi più posti di lavoro, 274.000, al sud 196.000 mentre il centro riesce a contenere la perdita di posti di lavoro (-38.000 unità lavorative).

Insieme al tasso di disoccupazione cresce anche il numero di coloro che cercano lavoro, che vanno ad aggiungersi ai disoccupati: nel terzo trimestre questo numero è salito a 1.814.000

L'ISTAT ha fatto sapere che “il tasso di occupazione della popolazione tra i 15 e i 64 anni segnala il quinto consecutivo arretramento tendenziale e scende dal 59 % del terzo trimestre 2008 all'attuale 57,5 %”.

SETTORI IN CALO – L'ISTAT ha segnalato che il calo occupazionale si è registrato soprattutto nel settore dell'industria in generale, che ha perso quasi 400.000 posti di lavoro.

Il settore edile registrano un -4%. Calano anche i lavoratori indipendenti; di 110.000 unità calano i lavoratori con contratto a tempo indeterminato.

IL PIL – I dati di Confindustria registrano per il 2009 una perdita di 4.7 punti di PIL mentre per il 2010 si prevede una crescita ,anche se pur minima, del  +1.1%. Le stime del Centro Studi di Confindustria sono state migliorate rispetto alle precedenti elaborazioni (-4.8 e +0.8). Stando alle dichiarazioni di Confindustria, nel 2011 l'economia tornerà a crescere in modo costante, anche se lentamente.

Written by Andrea Turi ... superviwed by publisher_noe

Se volete commentare questo articolo – o meglio la tematica che contiene – potete scriver sul forum nella sezione “..::Fatevi Sentire::..” -> “..::Libera Discussione Socio-Politica::..” ___ Per raggiungerla direttamente e commentare, basta... cliccare qui

 

Leggi i migliori articoli e news sulla ''We-News | Paid-To-Write'', la Testata Giornalistica Online con le sue sezioni tematiche di:

Sabato 15 Dicembre 2018 13:00
Ho conosciuto questo sito da...
 

Google Pagerank, Google Links, Yahoo Links

Forexinlinea.it

Guadagnare forex grazie alle piattaforme di forex online che hanno aperto il commercio delle valute a tutti coloro che vogliano impegnarsi in un’attività remunerativa su internet.

SponsorRecensioni

Add to Google

cerca




"TORNA SU" | Home | RSS Feed | Design by : Admin GAT (giulioalbertotolu[AT]hotmail.it) | CSS | XHTML | "Copyright & Privacy" | "Domande & Risposte" |

INFORMAZIONEPURA il PAID TO WRITE che ti fa GUADAGNARE SCRIVENDO ARTICOLI