Il portale informazionepura.it è in stanby permanente.

Per tutti coloro che volessero sfruttare l'opportunità di Guadagnare Scrivendo Articoli in una vera testata giornalistica professionale, consigliamo di scrivere per il Giornale ''We-News | Paid-To-Write''.

Cordiali saluti, e grazie per aver pensato a noi.

Condividi su ...
FACEBOOK WIKIO WIKIO SEGNALO DIGGITA ZICZAC DELICIOUS DIGG TWITTER GOOGLE TECHNORATI FAVORITES WINDOWS LIVE BOOKMARK.IT DIGO FAI INFORMAZIONE UPNEWS
VIOLENZA SULLE DONNE PDF Stampa E-mail

violenza sulle donne

 

Con il termine "violenza di genere" si vuole indicare la violenza commessa da un uomo nei confronti di una donna.


Questa violenza può essere fisica, sessuale, ma anche psicologica ed economica.

Secondo le statistiche (ISTAT 2007 quindi interviste fatte nel 2006) su un campione di circa 20 milioni di donne dai 16 ai 70 anni il 32% ha dichiarato di aver subito violenza fisica o sessuale.

La cosa che risulta eclatante è che nel 70% dei casi la violenza è commessa da partner o ex partner. Questo purtroppo comporta una non denuncia o addirittura un non riconoscimento di avvenuta violenza. La causa di questo spesso è la paura.

Dati ancora più allarmanti sono quelli legati alla violenza psicologica (7 milioni di donne), più subdola e difficile da riconoscere e dichiarare, ma soprattutto spesso sottovalutata. Essa si manifesta sotto diverse forme: isolamento, controllo, violenza economica, svalorizzazione e intimidazione.

Altri dati importanti:

più di 2 milioni di donne hanno subito comportamenti persecutori (stolking);

un milione e mezzo di donne ha subito violenza prima dei 16 anni;

la violenza è la prima causa di morte in Italia (escluse le catastrofi) prima di cancro e incidenti stradali: muoiono infatti una donna ogni 3 giorni.

Written by merycrazy superviewed by Andrea Turi

{ loadposition articolista.mariannaprandi2 }

La redazione di InformazionePura.it, pur facendo un grande controllo dei contenuti che pubblica, non si assume nessuna responsabilità in merito agli stessi. Infatti, è l'autore dello stesso articolo che si prende la piena responsabilità legale ed amministrativa dei contenuti pubblicati in esso (testo, foto, e vari).