Il portale informazionepura.it è in stanby permanente.

Per tutti coloro che volessero sfruttare l'opportunità di Guadagnare Scrivendo Articoli in una vera testata giornalistica professionale, consigliamo di scrivere per il Giornale ''We-News | Paid-To-Write''.

Cordiali saluti, e grazie per aver pensato a noi.

Condividi su: FACEBOOK WIKIO WIKIO SEGNALO DIGGITA ZICZAC DELICIOUS DIGG TWITTER GOOGLE TECHNORATI FAVORITES WINDOWS LIVE BOOKMARK.IT DIGO FAI INFORMAZIONE UPNEWS

Subscribe

Bookmark and Share

RE DENARO DEPRIME L'EUROPA PDF Stampa E-mail

dollari_euro

 

L'Europa unita, molto economica e poco politica fa sempre più fatica.

 

Le decisioni unanimi si prendono col misurino, perchè la logica dei singoli Stati non sempre vuol cedere alle esigenze comuni.

Ed è così che anche sulla sorte dell'euro e sui modi per difendersi dalla speculazione le strade magari divergono e si complicano.

L'esempio di questi ultimi giorni è lampante.

Una Merkel impaurita ma decisa, teme per la moneta unica e dall'altra parte sospende e vieta in Germania le transazioni in scoperto di titoli di Stato e di altri prodotti finanziari.

Christine Laforgue, ministro dell'economia francese mostra di non gradire allarmi e provvedimento.

Eppure l'asse Parigi-Berlino ha retto per molto tempo il procedere ordinato delle questioni continentali.

Ora è tutto più difficile e si aspettano nuove dai prossimi vertici europei, per ridurre a sintesi praticabile ciò che ciascuno fa  e pensa per sè. 

Le Borse impazziscono e alternano risultati; la speculazione forse ride, visto che di spazi ne trova sempre.

Re denaro, insomma, decide più dei tassi di crescita, dello stato concreto delle economie e della loro complessiva affidabilità.

Non mancano forse le regole?

Si giustifica l'euro depresso o è un gioco malato che deve finire?

Se l'Europa fosse davvero più unita e solidale non avremmo continui terremoti e si potrebbe parlare di ciò che è utile: come difendere il lavoro, la cultura, i redditi e la dignità sociale dei cittadini.

Ma l'Unione, nonostante le periodiche riforme, rimane fragile: un'enorme elefante in catene.

Quando può invece decidere la musica cambia, ma i singoli Stati sono gelosi della loro autonomia e gli strumenti vogliono suonarli in ordine sparso, come piace a ciascuno.

Così il re dei nostri giorni ride e tradisce, deprimendo una politica troppo sfilacciata e arrendevole.

Troppe bandiere, insomma, al posto di un'unica che sappia sventolare e farsi valere nell'intero globo.

Questa difficoltà non toglie che, se la politica avesse voluto, regole migliori ai mercati finanziari se ne sarebbero già date.

Erano state promesse e dovevano essere un monito, dopo che la crisi aveva mostrato il suo volto di carta moneta, falsa e spergiura.

I ritardi non pagano e lo mostra una speculazione che non ha imparato nulla e vola sempre più libera e disinibita.

E' giusto lasciarle decidere delle nostre sorti?

Written by Sergio Tazzer, il ligure     modificated by Manager_Igor Scarabel

 

La redazione di InformazionePura.it, pur facendo un grande controllo dei contenuti che pubblica, non si assume nessuna responsabilità in merito agli stessi. Infatti, è l'autore dello stesso articolo che si prende la piena responsabilità legale ed amministrativa dei contenuti pubblicati in esso (testo, foto, e vari).

EUROPA, STATI, EURO, SPECULAZIONI, MERKEL, PARIGI, BERLINO, BORSE, MONETA, CRISI, CRISI ECONOMICA

POLITICA NEWS, POLITICA ESTERA, BORSA, MONETA

 

Leggi i migliori articoli e news sulla ''We-News | Paid-To-Write'', la Testata Giornalistica Online con le sue sezioni tematiche di:

Mercoledì 22 Maggio 2019 14:38
Immagine
    ACCOGLIENZA FREDDA DI BERLUSCONI IN CONFINDUSTRIA
All'Assemblea annuale della Confindustria il Premier, per la prima volta, ha avvertito di non essere più in sintonia con il "suo" popolo.
Leggi tutto...
Immagine
    AMNESTY INTERNATIONAL ACCUSA L'ITALIA DI RAZZISMO, IL GOVERNO ATTACCA
  E' guerra aperta tra la celebre associazione di difesa dei diritti umani Amnesty International e il Governo italiano in persona del Ministro degli...
Leggi tutto...
Immagine
    USA, DOMANI SI VOTA SULL'ABOLIZIONE DELLA NORMA CONTRO IL SERVIZIO MILITARE DEI GAY DICHIARATI
Domani, 28 maggio 2010, forse sarà un'importante giornata per gli omosessuali americani.
Leggi tutto...
Immagine
    BERLUSCONI E TREMONTI, OVVERO IL "POLIZIOTTO BUONO" E IL "POLIZIOTTO CATTIVO"
  Lettori, abbiamo sbagliato: quello che vi abbiamo raccontato nei giorni scorsi sulla contrapposizione tra il Premier ed il suo Ministro delle...
Leggi tutto...
Immagine
    L'INCONTRO DI NAPOLITANO ALLA CASA BIANCA
  L'incontro tra i due presidenti a Washington è stato preparato in tutta fretta, viste le ultime urgenze economiche del Vecchio Continente,...
Leggi tutto...
Immagine
    RIFORMA SCUOLA: RIAPERTURA AD OTTOBRE?
  Nasce da una proposta di legge del Pdl l'idea di dare inizio alle lezioni a scuola dopo il 30 settembre.
Leggi tutto...
Ho conosciuto questo sito da...
 




"TORNA SU" | Home | RSS Feed | Design by : Admin GAT (giulioalbertotolu[AT]hotmail.it) | CSS | XHTML | "Copyright & Privacy" | "Domande & Risposte" |

INFORMAZIONEPURA il PAID TO WRITE che ti fa GUADAGNARE SCRIVENDO ARTICOLI