Il portale informazionepura.it è in stanby permanente.

Per tutti coloro che volessero sfruttare l'opportunità di Guadagnare Scrivendo Articoli in una vera testata giornalistica professionale, consigliamo di scrivere per il Giornale ''We-News | Paid-To-Write''.

Cordiali saluti, e grazie per aver pensato a noi.

Condividi su: FACEBOOK WIKIO WIKIO SEGNALO DIGGITA ZICZAC DELICIOUS DIGG TWITTER GOOGLE TECHNORATI FAVORITES WINDOWS LIVE BOOKMARK.IT DIGO FAI INFORMAZIONE UPNEWS

Subscribe

Bookmark and Share

USA: DEFICIT ALLE STELLE, OBAMA TAGLIA MISSIONI NASA PDF Stampa E-mail

IL FATTO – “Non possiamo continuare a spendere come se gli sprechi non avessero nessuna conseguenza”. Il bilancio di previsione che l'amministrazione Obama ha sottoposto al Parlamento americano annuncia una crescita del deficit pari a 1560 miliardi di dollari per l'anno in corso. In termini di PIL, siamo davanti ad un disavanzo di circa il 10,6% del PIL. Unica via di uscita: i tagli ai progetti finanziati dallo Stato insieme con una legge finanziaria che in Italia chiameremo di “lacrime e sangue”...

...i tagli previsti saranno pari a 20 miliardi di dollari, le entrate previste con la manovra finanziaria, invece, 3800 miliardi di dollari.

 

I TAGLI ALLA SPESA PUBBLICA: LA GIUSTA STRATEGIA? – Gli Stati Uniti d'America stanno ancora pagando i postumi (o i sintomi) della crisi economico-finanziaria e questo non permette un taglio drastico alle risorse destinate alla ripresa.

C'è un precedente storico: nel 1929, anno della Grande Depressione, la fiducia di essere ormai fuori dalla crisi fece compiere all'amministrazione americana l'errore di sospendere gli aiuti che avrebbe dovuto essere da stimolo alla ripresa. Risultato? Il prolungamento della Grande Depressione. Obama vuol evitare che ciò accada nuovamente ma deve fare in modo che il deficit si abbassi oltre misura per non perdere anche i crediti cinesi che possiedono grandi fette del debito pubblico americano.

 

MAI PIU' SULLA LUNA? - I tagli, stando al bilancio presentato da Obama, riguarderanno circa 120 programmi di spesa: si va dalla riduzione degli incentivi fiscali ai programmi per l'educazione, passando per le missioni spaziali.

Già, le missioni spaziali. La NASA, spinta dalle pressioni del predecessore di Obama, George W. Bush, aveva pianificato il ritorno sulla luna per il 2020 ed aveva già speso miliardi di dollari per la realizzazione di nuovi mezzi spaziali, come il progetto ARES. Il programma Constellation Program, finanziato lautamente dalla precedente amministrazione subirà dei drastici e significativi tagli: in precedenza si era calcolata e preventivata una spesa intorno ai 230 miliardi di dollari nei prossimi 20 anni per portare a termine il progetto spaziale, dei quali 9 miliardi già appaltati e tre miliardi già spesi.

Polemico e infuriato è Michael Griffin, padre del Costellation Program: "Vuol dire che gli Stati Uniti hanno deciso di non essere protagonisti importanti nell'esplorazione umana nello spazio nel prossimo futuro".

 

LA DIFESA NON SI TOCCA – L'unico settore che dovrebbe non risentire dei drastici tagli ai fondi dovrebbe essere la difesa: tutto sommato gli Stati Uniti sono ancora un paese in guerra e Obama ha deciso di aumentare i soldi da 130 al record di 159 miliardi, inclusi i 33 miliardi per i rinforzi in Afghanistan.

 

SICUREZZA, ASSISTENZA SANITARIA, NUOVE TASSE – Il Presidente degli Stati Uniti ha escluso dai tagli i fondi destinati alla sicurezza e alla copertura sanitaria dei più anziani. Alla difesa andranno circa 200 milioni di dollari per spese destinate alla sicurezza nei processi contro il terrorismo e i fondi per il Pentagono, necessari per allestire Forze Speciali, acquistare elicotteri e caccia.

Verranno tassati anche i “super-ricchi” abolendo i benefit dei manager introdotti dall'amministrazione Bush che tanto avevano fatto discutere. Verrà applicata un'imposta speciale sulle grandi banche.

 

OCCUPAZIONE – Davanti a tutto la volontà di creare nuovi posti di lavoro. Intanto si avanza l'ipotesi di uno stimolo da 100 miliardi di dollari e sussidi per 25 miliardi per gli stati più a rischio. La disoccupazione è al 10%

Adesso la palla passa al Senato che deve dare il via libera al piano di Obama.


Written by Andrea Turi

 

"CLICCA PER COMMENTARE SUL FORUM"

 

Leggi i migliori articoli e news sulla ''We-News | Paid-To-Write'', la Testata Giornalistica Online con le sue sezioni tematiche di:

Venerdì 16 Novembre 2018 13:30
Immagine
    ACCOGLIENZA FREDDA DI BERLUSCONI IN CONFINDUSTRIA
All'Assemblea annuale della Confindustria il Premier, per la prima volta, ha avvertito di non essere più in sintonia con il "suo" popolo.
Leggi tutto...
Immagine
    AMNESTY INTERNATIONAL ACCUSA L'ITALIA DI RAZZISMO, IL GOVERNO ATTACCA
  E' guerra aperta tra la celebre associazione di difesa dei diritti umani Amnesty International e il Governo italiano in persona del Ministro degli...
Leggi tutto...
Immagine
    USA, DOMANI SI VOTA SULL'ABOLIZIONE DELLA NORMA CONTRO IL SERVIZIO MILITARE DEI GAY DICHIARATI
Domani, 28 maggio 2010, forse sarà un'importante giornata per gli omosessuali americani.
Leggi tutto...
Immagine
    BERLUSCONI E TREMONTI, OVVERO IL "POLIZIOTTO BUONO" E IL "POLIZIOTTO CATTIVO"
  Lettori, abbiamo sbagliato: quello che vi abbiamo raccontato nei giorni scorsi sulla contrapposizione tra il Premier ed il suo Ministro delle...
Leggi tutto...
Immagine
    L'INCONTRO DI NAPOLITANO ALLA CASA BIANCA
  L'incontro tra i due presidenti a Washington è stato preparato in tutta fretta, viste le ultime urgenze economiche del Vecchio Continente,...
Leggi tutto...
Immagine
    RIFORMA SCUOLA: RIAPERTURA AD OTTOBRE?
  Nasce da una proposta di legge del Pdl l'idea di dare inizio alle lezioni a scuola dopo il 30 settembre.
Leggi tutto...
Ho conosciuto questo sito da...
 




"TORNA SU" | Home | RSS Feed | Design by : Admin GAT (giulioalbertotolu[AT]hotmail.it) | CSS | XHTML | "Copyright & Privacy" | "Domande & Risposte" |

INFORMAZIONEPURA il PAID TO WRITE che ti fa GUADAGNARE SCRIVENDO ARTICOLI