Il portale informazionepura.it è in stanby permanente.

Per tutti coloro che volessero sfruttare l'opportunità di Guadagnare Scrivendo Articoli in una vera testata giornalistica professionale, consigliamo di scrivere per il Giornale ''We-News | Paid-To-Write''.

Cordiali saluti, e grazie per aver pensato a noi.

Condividi su: FACEBOOK WIKIO WIKIO SEGNALO DIGGITA ZICZAC DELICIOUS DIGG TWITTER GOOGLE TECHNORATI FAVORITES WINDOWS LIVE BOOKMARK.IT DIGO FAI INFORMAZIONE UPNEWS

Subscribe

Bookmark and Share

MODIFICA ARTICOLO 18: NAPOLITANO NON FIRMA LA LEGGE PDF Stampa E-mail

 

napolitano

 

Il Capo dello Stato ha dato ancora una volta prova del suo non comune senso delle Istituzioni repubblicane.

 

Infatti, ha aspettato che si chiudesse il processo elettorale per le elezioni regionali prima di rinviare al Parlamento la legge che conteneva le modifiche all'articolo 18 dello "Statuto dei Lavoratori".

Dal Colle si dirama un comunicato in cui si spiega che il Presidente «è stato indotto a tale decisione dalla estrema eterogeneità della legge e in particolare dalla complessità e problematicità di alcune disposizioni che disciplinano temi, attinenti alla tutela del lavoro, di indubbia delicatezza sul piano sociale.»  

 

Come spiegato più approfonditamente nel messaggio alle Camere con cui accompagna il rinvio, il Capo dello Stato concentra i suoi dubbi essenzialmente nelle soluzioni previste per l'arbitrato delle controversie di lavoro e sulle norme attinenti al rimborso delle lesioni causate dal contatto con l'amianto.
 
 La legge che Giorgio Napolitano si è rifiutato di firmare avrebbe modificato il diritto del lavoratore licenziato di rivolgersi al giudice e di ottenere, laddove si fosse ravvisata una «giusta causa», il reintegro nel posto di lavoro.

Il testo del Governo, infatti, avrebbe introdotto il cosiddetto "arbitrato" - a cui le due parti avrebbero affidato le loro controversie -, laddove l'arbitro avrebbe potuto giudicare anche «secondo equità», ossia in deroga alle leggi.

Se il ricorso all'arbitrato venisse accettato di comune accordo (sembra sostenere implicitamente il Quirinale) non ci sarebbero lesioni di diritti.

napolitano 2 Il problema è proprio che tale arbitrato verrebbe accettato dal lavoratore all'atto dell'assunzione, ossia, nel momento dove si riscontra la condizione di maggior debolezza dello stesso a fronte del datore di lavoro.

Proprio per questo motivo, continua il comunicato del Colle, il Presidente «ha perciò ritenuto opportuno un ulteriore approfondimento da parte delle Camere, affinché gli apprezzabili intenti riformatori che traspaiono dal provvedimento possano realizzarsi nel quadro di precise garanzie e di un più chiaro e definito equilibrio tra legislazione, contrattazione collettiva e contratto individuale.» 

Ora: Napolitano si avvale, per la prima volta nel suo settennato, del potere di rinvio, e lo fa adducendo motivi di inopportunità della legge sul piano sociale, addentrandosi su un sentiero inesplorato: quello che fa valere il giudizio personale di chi ricopre la più alta carica della Repubblica!

Finora, infatti, si riteneva che il rifiuto del Capo dello Stato a firmare una legge del Parlamento potesse essere ammesso solo a causa di violazioni della Costituzione o mancanza di copertura finanziaria o per vizi nel procedimento legislativo.

Da ieri, dunque, la Presidenza della Repubblica, ha assunto diversi, più forti, connotati politici. 

 

 

Written by Simone Muti   modificated by Manager_Igor Scarabel

La redazione di InformazionePura.it, pur facendo un grande controllo dei contenuti che pubblica, non si assume nessuna responsabilità in merito agli stessi. Infatti, è l'autore dello stesso articolo che si prende la piena responsabilità legale ed amministrativa dei contenuti pubblicati in esso (testo, foto, e vari).

 

Leggi i migliori articoli e news sulla ''We-News | Paid-To-Write'', la Testata Giornalistica Online con le sue sezioni tematiche di:

Mercoledì 19 Settembre 2018 20:19
Immagine
    ACCOGLIENZA FREDDA DI BERLUSCONI IN CONFINDUSTRIA
All'Assemblea annuale della Confindustria il Premier, per la prima volta, ha avvertito di non essere più in sintonia con il "suo" popolo.
Leggi tutto...
Immagine
    AMNESTY INTERNATIONAL ACCUSA L'ITALIA DI RAZZISMO, IL GOVERNO ATTACCA
  E' guerra aperta tra la celebre associazione di difesa dei diritti umani Amnesty International e il Governo italiano in persona del Ministro degli...
Leggi tutto...
Immagine
    USA, DOMANI SI VOTA SULL'ABOLIZIONE DELLA NORMA CONTRO IL SERVIZIO MILITARE DEI GAY DICHIARATI
Domani, 28 maggio 2010, forse sarà un'importante giornata per gli omosessuali americani.
Leggi tutto...
Immagine
    BERLUSCONI E TREMONTI, OVVERO IL "POLIZIOTTO BUONO" E IL "POLIZIOTTO CATTIVO"
  Lettori, abbiamo sbagliato: quello che vi abbiamo raccontato nei giorni scorsi sulla contrapposizione tra il Premier ed il suo Ministro delle...
Leggi tutto...
Immagine
    L'INCONTRO DI NAPOLITANO ALLA CASA BIANCA
  L'incontro tra i due presidenti a Washington è stato preparato in tutta fretta, viste le ultime urgenze economiche del Vecchio Continente,...
Leggi tutto...
Immagine
    RIFORMA SCUOLA: RIAPERTURA AD OTTOBRE?
  Nasce da una proposta di legge del Pdl l'idea di dare inizio alle lezioni a scuola dopo il 30 settembre.
Leggi tutto...
Ho conosciuto questo sito da...
 




"TORNA SU" | Home | RSS Feed | Design by : Admin GAT (giulioalbertotolu[AT]hotmail.it) | CSS | XHTML | "Copyright & Privacy" | "Domande & Risposte" |

INFORMAZIONEPURA il PAID TO WRITE che ti fa GUADAGNARE SCRIVENDO ARTICOLI