Il portale informazionepura.it è in stanby permanente.

Per tutti coloro che volessero sfruttare l'opportunità di Guadagnare Scrivendo Articoli in una vera testata giornalistica professionale, consigliamo di scrivere per il Giornale ''We-News | Paid-To-Write''.

Cordiali saluti, e grazie per aver pensato a noi.

Condividi su: FACEBOOK WIKIO WIKIO SEGNALO DIGGITA ZICZAC DELICIOUS DIGG TWITTER GOOGLE TECHNORATI FAVORITES WINDOWS LIVE BOOKMARK.IT DIGO FAI INFORMAZIONE UPNEWS

Subscribe

Bookmark and Share

SIETE TRISTI? FORSE E' COLPA DEI DISCORSI "SUPERFICIALI" PDF Stampa E-mail

PARLARECuriosa ricerca condotta presso la University of Arizona, i cui dati sono stati resi noti negli scorsi giorni.

Lo studio, pubblicato dalla rivista "Psychological Science", chiarisce in partenza la relatività dei dati raccolti, in quanto basati su di un campione di soli 79 volontari.

E' interessante però è lo spunto da cui la ricerca è partita. Se le nuove tecnologie ci permettono di comunicare sempre, comunque, ovunque ...

... e con chiunque, il "parlare" non ha più una funzione puramente "comunicativa" ma quasi "terapeutica".

Logicamente i livelli di comunicazione non possono essere sempre gli stessi e variano in base al contesto. E' proprio il contesto della comunicazione "sociale" che viene preso di mira dallo studio americano.

Rispetto alle persone "tristi", quelle felici sostengono mediamente il doppio dei discorsi "profondi" e passano il 25% in meno di tempo da sole.

Secondo la ricerca, le conversazioni di maggiore spessore intellettivo "creano un senso di appartenenza che porta ad una maggiore serenità", contrariamente alla superficialità ed alla chiusura che sono causa e conseguenza di fenomeni "depressivi". La curiosità non sta tanto nello studio in sè, ma nel nuovo approccio con cui è stato condotto.

Non si è trattato di esami in laboratorio, ma ai volontari è stato fornito un "micro-registratore" che hanno indossato per quattro giorni consecutivi, per registrare le conversazioni sostenute. Questo "Electronically Activated Recorder" registrava per 30 secondi ogni 12 minuti e mezzo.

L'analisi dei dati ottenuti è stata lasciata alla psicologa Susan Charles (docente alla University of California) che, non avendo partecipato alle fasi preparatorie della ricerca, ha potuto valutarne i risultati con maggiore obiettività.

Le conclusioni sono state che "avere e mantenere solide amicizie è importantissimo per il benessere fisico e mentale" ed "è necessario trovare tempo da dedicare alle conversazioni profonde, dandovi la spessa priorità che si dà al lavoro o alla carriera".

Si tratta, ovviamente, di uno studio mirato a confermare ciò che già era di pubblico dominio e l'obiettivo di fondo era proprio incoraggiare la socievolezza sulla base di un supporto scientifico.

Written by Elena Zannoni ...modificated by Valerio Rossi

 

Leggi i migliori articoli e news sulla ''We-News | Paid-To-Write'', la Testata Giornalistica Online con le sue sezioni tematiche di:

Venerdì 17 Agosto 2018 20:40
Immagine
    ARRIVA L’ESTATE: OCCHIO ALLE SCOTTATURE!
Parola d’ordine: attenzione!
Leggi tutto...
Immagine
    PHILIPS LIVABLE CITIES AWARD, PREMI FINO A 125.000 EURO
  Philips Livable Cities Award è il concorso lanciato da Philips per l’ideazione di progetti tesi a migliorare il benessere e la salute di chi...
Leggi tutto...
Immagine
    LAVORO E BENESSERE:STIAMO BENE DA MORIRE..
  I dati statistici riguardanti la nostra salute fisica sono più che confortanti. La vita media si è allungata fino agli 84 anni per le donne e...
Leggi tutto...
Immagine
    AVERE CAPELLI PERFETTI PER L'ESTATE 2010
  Volete che i vostri capelli siano perfetti e pronti per essere sfoggiati questa estate del 2010? Seguite questi semplici consigli e farete un...
Leggi tutto...
Immagine
    CHIRURGIA PLASTICA: QUANDO LA SCIENZA DIVIENE OSSESSIONE
  Per definizione la chirurgia estetica deriva dal ramo della chirurgia plastica (chirurgia ricostruttiva), che si occupa di ricostruire distretti...
Leggi tutto...
Immagine
    NEWS SALUTE - DALL'AMERICA: LA "PANCIA DA BIRRA" AUMENTA IL RISCHIO DI DEMENZA
  Secondo uno studio effettuato negli Stati Uniti e pubblicato su Annals of Neurology, la quantità di grasso presente nell'addome avrebbe un legame...
Leggi tutto...
Ho conosciuto questo sito da...
 




"TORNA SU" | Home | RSS Feed | Design by : Admin GAT (giulioalbertotolu[AT]hotmail.it) | CSS | XHTML | "Copyright & Privacy" | "Domande & Risposte" |

INFORMAZIONEPURA il PAID TO WRITE che ti fa GUADAGNARE SCRIVENDO ARTICOLI