Il portale informazionepura.it è in stanby permanente.

Per tutti coloro che volessero sfruttare l'opportunità di Guadagnare Scrivendo Articoli in una vera testata giornalistica professionale, consigliamo di scrivere per il Giornale ''We-News | Paid-To-Write''.

Cordiali saluti, e grazie per aver pensato a noi.

Condividi su: FACEBOOK WIKIO WIKIO SEGNALO DIGGITA ZICZAC DELICIOUS DIGG TWITTER GOOGLE TECHNORATI FAVORITES WINDOWS LIVE BOOKMARK.IT DIGO FAI INFORMAZIONE UPNEWS

Subscribe

Bookmark and Share

CORDONE OMBELICALE: UN'ASSICURAZIONE PER LA VITA PDF Stampa E-mail

cordone ombelicale

Sempre più mamme decidono do conservare il cordone ombelicale al momento del parto. Ma perchè è così importante? E soprattutto, a chi bisogna rivolgersi?

Cerchiamo di capire.

Nel cordone sono racchiuse le "cellule staminali", una riserva fondamentale per la vita futura del neonato. Queste cellule sono presenti in ogni organismo e si caratterizzano per essere cellule "non differenziate", o "non specializzate", nel senso che non hanno ancora una funzione precisa all'interno ...

... dell'organismo. Le staminali hanno un'illimitata capacità di riprodursi. Si dividono in: "totipotenti", cioè in grado di differenziarsi in qualsiasi tipo di tessuto; "pluripotenti" o "multipotenti", che si trasformano solo in alcuni tipi di tessuti e "unipotenti", che possono dare luogo solo ad una specifica linea cellulare. Le cellule staminali presenti nel cordone ombelicale hanno applicazioni piuttosto ristrette. Possono produrre solo cellule del sangue ma sono comunque fondamentali per guarire malattie come: anemie, leucemie, linfomi e malattie del sisitema immunitario.

La loro importanza risiede nel fatto che sono autogene, cioè senza rischio di rigetto. Per questo motivo conservare il sangue del cordone può salvare la vita del bambino, qualora si dovesse ammalare. Si può scegliere di conservare il cordone per il proprio figlio o di donarlo.
Nel primo caso si deve fare ricorso a delle banche private estere poichè in Italia ne è vietata l'istituzione. la legge del 7 settembre 2000 permette l'esportazione e la conservazione delle cellule all'estero, previa autorizzazione del Ministero della Salute. La "ProCrea Stem Cells", con sede a Lugano, è una delle banche private più avanzate dedicata alla crio-conservazione.Se invece si vuole fare un atto di solidarietà si può donare il cordone. L'"Adisco" (associazione donatori italiani del sangue del cordone ombelicale)nata nel 1995, è preposta alla donazione del cordone ombelicale, oltre ad essere promotrice di diverse iniziative per finanziare la ricerca.

 

Per info:
Adisco
tel:06-20903895

ProCrea Stem Cells
tel: 41-919113444

Written by author_memole superviewed by Andrea Turi

 

"CLICCA PER COMMENTARE SUL FORUM"

 

Leggi i migliori articoli e news sulla ''We-News | Paid-To-Write'', la Testata Giornalistica Online con le sue sezioni tematiche di:

Giovedì 22 Febbraio 2018 07:13
Immagine
    ARRIVA L’ESTATE: OCCHIO ALLE SCOTTATURE!
Parola d’ordine: attenzione!
Leggi tutto...
Immagine
    PHILIPS LIVABLE CITIES AWARD, PREMI FINO A 125.000 EURO
  Philips Livable Cities Award è il concorso lanciato da Philips per l’ideazione di progetti tesi a migliorare il benessere e la salute di chi...
Leggi tutto...
Immagine
    LAVORO E BENESSERE:STIAMO BENE DA MORIRE..
  I dati statistici riguardanti la nostra salute fisica sono più che confortanti. La vita media si è allungata fino agli 84 anni per le donne e...
Leggi tutto...
Immagine
    AVERE CAPELLI PERFETTI PER L'ESTATE 2010
  Volete che i vostri capelli siano perfetti e pronti per essere sfoggiati questa estate del 2010? Seguite questi semplici consigli e farete un...
Leggi tutto...
Immagine
    CHIRURGIA PLASTICA: QUANDO LA SCIENZA DIVIENE OSSESSIONE
  Per definizione la chirurgia estetica deriva dal ramo della chirurgia plastica (chirurgia ricostruttiva), che si occupa di ricostruire distretti...
Leggi tutto...
Immagine
    NEWS SALUTE - DALL'AMERICA: LA "PANCIA DA BIRRA" AUMENTA IL RISCHIO DI DEMENZA
  Secondo uno studio effettuato negli Stati Uniti e pubblicato su Annals of Neurology, la quantità di grasso presente nell'addome avrebbe un legame...
Leggi tutto...
Ho conosciuto questo sito da...
 




"TORNA SU" | Home | RSS Feed | Design by : Admin GAT (giulioalbertotolu[AT]hotmail.it) | CSS | XHTML | "Copyright & Privacy" | "Domande & Risposte" |

INFORMAZIONEPURA il PAID TO WRITE che ti fa GUADAGNARE SCRIVENDO ARTICOLI